Ravenala madagascariensis

L'albero del viaggiatore o palma del viaggiatore (Ravenala madagascariensis Sonn.) è una pianta erbacea ad alto fusto, endemica del Madagascar, appartenente alla famiglia delle Strelitziaceae.

Deve il suo nome al fatto che le sue caratteristiche foglie a ventaglio, la cui base a forma di coppa raccoglie l'acqua piovana, sono utilizzate dai viaggiatori per dissetarsi.

Erroneamente assimilata alle palme, al pari del banano, è in realtà una pianta erbacea ad alto fusto.

Il fusto, lungo in media 8-10 m, può in condizioni ottimali raggiungere i 20 m.

Le foglie, somiglianti a quelle del banano, sono disposte a ventaglio lungo un unico asse e si inseriscono sul fusto con un lungo picciolo, nella cui concavità, rivestita da un guaina, si raccoglie l'acqua piovana.

I fiori sono grandi e numerosi, di colore bianco, ermafroditi, asimmetrici, protetti da grandi brattee.

I frutti sono delle capsule a 6 logge, contenenti numerosi semi, circondati da fibre di colore blu intenso che attirano gli uccelli; tale caratteristica ne favorisce la disseminazione.

La impollinazione è assicurata dai pipistrelli e dai lemuri.

La Ravenala (in lingua malagasy = foglia della foresta) è endemica del Madagascar, dove cresce non solo nelle foreste pluviali, ma anche in ampie aree recentemente deforestate.

È presente anche nell'isola di Réunion e nell'isola di Mauritius nonché alle isole Hawaii, dove è stata importata come pianta ornamentale, per poi diffondersi come specie spontanea.

La Ravenala è un simbolo del Madagascar e appare, in forma stilizzata, nel logo della compagnia aerea nazionale.

Le foglie sono utilizzate come materiale per la costruzione delle tradizionali abitazioni dei paesi costieri malgasci.

Dal fusto si ricava una materia grassa commestibile, simile all'olio di karité estratto dall'albero del burro (Vitellaria paradoxa) dei paesi tropicali dell'Africa settentrionale.