Omega-3 e in quale piante trovarli

Gli Omega-3 sono una categoria di acidi grassi essenziali, indispensabili per il corretto funzionamento dell'organismo. Sono noti soprattutto per la loro presenza ed il mantenimento dell'integrità delle membrane cellulari. Talvolta sono raggruppati come vitamina F.

I principali acidi grassi del gruppo omega-3 sono :

L'acido α-linolenico o ω3α (18:3; ALA)

L'acido eicosapentaenoico (20:5; EPA)

L'acido docosaesaenoico (22:6; DHA)

 

Effetti sulla salute

Un importante studio sugli eschimesi della Groenlandia ha evidenziato in questi soggetti una ridotta incidenza di patologie cardiovascolari dovuta probabilmente alla dieta essenzialmente a base di pesce. Da allora, vari gruppi di ricerca si sono occupati del fenomeno, facendo emergere l'ipotesi che alti livelli di acidi grassi polinsaturi del tipo omega-3, contenuti in alcuni pesci quali il salmone, il pesce spada, le sardine, lo sgombro e l'acciuga possano proteggere dall'insorgenza di eventi cardiovascolari. Le patologie sensibili ai benefici degli omega-3 sarebbero: ipertrigliceridemia, ipertensione, diabete, artrite reumatoide, malattie cardiovascolari, aritmie

Numerosi dati epidemiologici suggeriscono inoltre che l’apporto dietetico degli acidi grassi essenziali a catena lunga n-3 (omega-3), EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosahexaenoico), possono modificare il rischio d’insorgenza d’alcuni disturbi neurologici e psichiatrici. Evidenze cliniche confermano l’associazione tra ridotti livelli ematici d’omega-3 e diverse condizioni patologiche neurologiche e psichiatriche, tra cui: dislessia, disturbo dell’attenzione con iperattività, demenza senile, depressione, disturbo bipolare e schizofrenia.

Fonti alimentari

Gli omega-3 sono presenti in diverse varietà di pesci (aringa, salmone, trota, sgombro, pesce spada, acciuga) e in molte specie vegetali, quali

  • gli olii di origine vegetale  (soia, girasole, oliva, lino, canapa)  
  • le noci
  • i legumi.