Allarme specie aliene

In Europa il numero di specie aliene é cresciuto negli ultimi 30 anni  del 76%; in Italia del 96%. Un fenomeno stimato in termini di costo socio-economico superiore ai 12 miliardi di euro per anno. Da queste evidenze numeriche è nato il Life ASAP (Alien Species Awareness Program), un progetto che si prefigge l’obiettivo di ridurre il tasso di introduzione di specie aliene invasive, mitigare i loro impatti sulla biodiversità e, in particolare, promuovere una adeguata consapevolezza sulla cittadinanza italiana.

Life ASAP è cofinanziato dalla Commissione Europea e coordinato da ISPRA e vede coinvolti in qualità di partner la Regione Lazio - Direzione Ambiente e Sistemi Naturali, la Federparchi, Legambiente, Nemo srl, Unicity Srl, nonché l’Università di Cagliari cofinanziata dal Ministero dell’ambiente e gli enti dei parchi nazionali dell’Aspromonte, Appennino Lucano, Arcipelago Toscano e Gran Paradiso.

Al fine di poter garantire un forte contributo alla conoscenza del problema e alla diffusione dei metodi per tutelare la nostra biodiversità, nell’ambito del progetto, è prevista la realizzazione di sentieri natura di informazione sulle specie aliene invasive nelle aree protette e negli orti botanici, nonché attività di formazione per il personale delle pubbliche amministrazioni e dei soggetti istituzionali coinvolti nelle ispezioni delle merci in transito. Anche le scuole saranno coinvolte attraverso kit educativi e manuali per gli insegnanti, mentre altre attività di informazione e coinvolgimento riguarderanno gli zoo. Infine, degna di nota, la stesura da parte della comunità scientifica di una black list delle specie aliene di interesse prioritario per l’Italia e di raccomandazioni, definite tramite seminari e workshop, da sottoporre al governo italiano.

Fonte ISPRA, Aprile 2017